Inchiesta Reuters scopre negli USA gruppi online per disfarsi dei figli adottati

inchiesta reuters

inchiesta reuters
Internet permette grandi cose, ma a volte è il luogo di veri e propri misfatti. E' l'esempio dei traffico di bambini stranieri adottati scoperto dall'inchiesta Reuters su alcuni forum Yahoo e gruppi Facebook.


In Italia le adozioni sono disciplinate da norme molto rigide. Negli Stati Uniti, invece, sembra che la situazione sia abbastanza diversa. E’ per esempio possibile affidare un minore da un genitore ad un altro affidatario con una semplice procura.

Se questa semplicità torna utile nel caso in cui i genitori debbano assentarsi per un motivo improvviso, questa pratica apre le porte a pratiche inquietanti.

Alcuni cosiddetti “genitori” se ne servono per affidare definitivamente ad altri i bambini precedentemente adottati. Spesso questi nuovi affidatari sono dei perfetti sconosciuti.

Secondo quanto scoperto da Reuters, alcuni di questi genitori adottivi non si farebbero alcuno scrupolo nel pubblicare degli annunci online per pubblicizzare le qualità dei minori.

Le motivazioni con cui dichiarano di volersi disfare dei minori è spesso quella di “non essere in grado di dare loro le necessarie attenzioni”.

E’ evidente che questo vero e proprio mercato comporti forti rischi che i bambini vengano affidati a malintenzionati e pedofili.

Dei forum sono stati individuati sulla piattaforma Yahoo (che li ha immediatamente rimossi), mentre un gruppo è stato scoperto su Facebook. Trattandosi di un’area grigia, in cui non è chiaro se ci sono delle violazioni di legge, l’azienda di Menlo Park sembra non avere intenzione di agire perché “Internet è semplicemente un riflesso della società…”.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :