L’iPhone 5S a confronto con i concorrenti

iPhone 5s a confronto con i concorrenti

iPhone 5s a confronto con i concorrenti
Non ha fatto in tempo ad essere presentato ieri sera che l'iPhone 5S è stato subito messo a confronto con i concorrenti, ovvero con i telefoni top di gamma degli altri produttori. Ed ecco pronte le attese tabelle che mettono, una accanto all'altra, le specifiche dei diversi telefoni.
La capacità di storage non è certo tra le caratteristiche che fanno davvero la differenza, specialmente nell'era del cloud su cui Apple punta molto con il suo iCloud.

E nell’attesa di vedere un confronto reale tra l’A7, lo Snapdragon e gli altri processori, quello che possiamo dire è che la presenza di un co-processore, l’M7, potrebbe dare una marcia in più all’iPhone 5S, a prescindere dalle prestazioni del processore principale.

iPhone 5s a confronto con i concorrenti

E naturalmente, un processore più potente rischia di corrispondere ad una batteria con un’autonomia al limite del ridicolo. Durante la presentazione di ieri, tuttavia, è sembrato che Apple abbia preso in considerazione questo aspetto inserendo una batteria. Questo, però, è un giudizio che ci riserviamo di esprimere con più cognizione di causa una volta provato il telefono, perché se si considera il rapido decadimento della batteria dell’iPhone 5, per esempio, è meglio non dare niente per assodato.

La cosa più di rilievo che Apple continua a non inserire nei suoi telefono, però, è il chip NFC, che è un peccato per tutti gli utenti Apple che pensavano di poter iniziare ad usare Google Wallet. A seconda di come la pensate, questa mancanza è quella che più di altre lascia l’iPhone 5S un passo indietro agli altri.

iPhone 5s a confronto con i concorrenti

Come abbiamo ribadito tante volte, però, le specifiche non sono sufficienti per stabilire quale smartphone sia migliore degli altri. Lo dimostra, ad esempio, la storia del Moto X, criticato per le specifiche banali che poi si è rivelato un ottimo telefono alla prova pratica.
I numeri, certo, possono dare un’idea di massima, ma è l’uso reale che dà il verdetto definitivo.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :