Storia di Sonya, ritrovata ed adottata grazie a Googlemaps

sonya

sonya
Spesso Google Maps viene accusato di essere responsabile molte situazioni imbarazzanti e di violare la privacy degli individui mappando ogni singolo angolo della terra. D'altra parte il servizio di mappatura del gigante di Mountain View è la fonte di alcune storie molto belle. Ne è la prova Sonya, un cane trovato e adottato grazie a Google Maps.

La storia inizia con Jennifer Velasquez. La giovane donna aveva avvistato la cagna, anziana e malata, mentre guidava. Dopo aver contattato l'associazione per la protezione degli animali, Hope for Paws, di Los Angeles, l'automobilista ha avuto la possibilità di individuare Sonia nelle foto su Google Maps. Probabilmente era ansiosa di comunicare la sua posizione!

Qualche tempo dopo, un uomo che passava nella zona l’ha vista. Secondo i residenti, Sonya vagava nella zona da ormai dieci anni. Sonya adesso ha una casa ed un padrona amorevole che si prenderà cura della sua artrite. Un bel lieto fine!

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :