Kim Dotcom chiede un risarcimento di 4,85 milioni di dollari

KIM DOTCOM

KIM DOTCOM
E se Kim Dotcom tornasse a essere miliardario grazie al suo processo e soprattutto grazie alla zelante irruzione in cui gli agenti aggredironno letteralmente la sua casa nel 2012?
L'ex uomo di megavideo ha presentato una querela a sette cifre contro il governo della Nuova Zelanda.

I documenti diffusi questa settimana mostrano che Dotcom ha intenzione di portare in tribunale non solo la polizia ma anche la principale agenzia di spionaggio del paese GCSB (Government Communications Security Bureau) per il raid eseguito in modalità da SWAT nella villa di Dotcom il 20 gennaio 2012 e per l’attività di spionaggio che l’ha preceduta.

Il governo della Nuova Zelanda ha provato ad impugnare la decisione da parte del tribunale neozelandese di portare la causa in giudizio, ma il tentativo è andato a vuoto lo scorso marzo.

Le rimostrante avanzate da Dotcom sono numerose e abbastanza franche: accusa la polizia di essere stata troppo invasiva e aggressiva nel condurre il raid e oltre all’agenezia per la sicurezza neozelandese accusa anche la NSA di avere condotto attività di spionaggio ai suoi danni. Adesso dopo lo scandalo PRISM potrà almeno consolarsi pensando di non essere stato il solo …

Se da una parte questo contenzioso non cambia le accuse contro il fondatore di Megaupload, dall’altra Dotcom spera di ottenere 4,85 milioni dollari di compensazione … Vedremo come andrà a finire!

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :