Sony Xperia Z Ultra alla prova: un concorrente davvero temibile

sony xperia z ultra

sony xperia z ultra
Sebbene Sony continui a classificarlo tra gli smartphone, l'Xperia Z Ultra è a tutti gli effetti un phablet, ovvero un dispositivo che per dimensioni e funzioni sta a metà tra lo smartphone e il tablet, categoria inaugurata dal Galaxy Note di Samsung.
I nostri amici di ITespresso hanno potuto metterci le mani sopra e sperimentarne performance e funzionalità. Il giudizio? Decisamente positivo.

Spessore di soli 6,5mm (meno dell’iPhone 5) e peso pari a 212 grammi, l’Xperia Z Ultra con Android 4.2.2 vanta uno schermo full HD da 6,4 pollici con una densità pari a 324 ppi che garantisce una buona resa di contrasti, luminosità e dettagli delle immagini.
Sebbene è certo che la qualità delle immagini sia da attribuire allo schermo, una buona parte gioca anche il processore quad-core Qualcomm Snapdragon 800.
Tra le caratteristiche più interessanti del phablet di Sony, c’è sicuramente la scocca esterna, ricoperta in vetro temperato e resistente a immersioni in acqua dolce per 30 minuti: se piove, insomma, non dovrete preoccuparvi di nasconderlo più in fondo alla borsa possibile perché non entri in contatto con l’acqua.

Inoltre, resiste bene alle cadute accidentali dalla scrivania dell’ufficio. L’uso di una cover esterna, dunque, non è indispensabile. Perfettamente utilizzabile come telefono, nonostante le dimensioni globali, si gestisce comunque meglio con gli auricolari o l’accessorio specifico commercializzato da Sony.
Tra le altre specifiche, vale la pena annoverare la Gpu Adreno 330 abbinata allo Snapdragon, un’accoppiata che garantisce bassi consumi e una velocità superiore circa del 75% rispetto allo Snapdragon 800 S4. Il tutto grazie all’architettura Krait 400 a 28nm.

L’aggiunta della tecnologia Sony Stamina permette di arrivare a picchi di autonomia pari a due giorni. Un piccolo difetto può essere riconducibile allo storage, che è di 16GB con 2GB di RAM: un po’ pochi per questo genere di dispositivo. Difetto su cui si può soprassedere grazie allo slot per schede microSD che permettono l’espansione. La fotocamera è da 8MP con sensore Exmor RS, mentre l’audio vanta un sistema di riduzione del rumore esterno.
In generale, il giudizio sul dispositivo è decisamente positivo, ma se volete conoscere ulteriori dettagli, vi consigliamo la recensione completa di ITespresso.

Sei un fandroid sfegatato e pensi che il sistema operativo di Google non abbia segreti per te? Mettiti alla prova con il nostro quiz

Tags :