In Italia, triplicate le azioni legali per l’uso di software contraffatto

google vuole affamare i siti anti-pirateria software

google vuole affamare i siti anti-pirateria software
Sono più di 600 le azioni legali a carico di aziende dell'area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) che utilizzano software illegali. A denunciarlo è BSA | The Software Alliance che ha diffuso i dati del primo semestre del 2013. Nello stesso periodo, in Italia, le azioni di questo genere sono triplicate rispetto al 2012 e il numero maggiore di cause civili si registra tra le aziende e le associazioni professionali del nord Italia.

“Il valore complessivo dei risarcimenti che le imprese della regione EMEA hanno pagato in termini di transazioni extra giudiziali nel primo semestre del 2013 – fa sapere BSA -è stato di circa 4.000.000 di dollari. Oltre a questo importo vanno considerati gli oltre 2.000.000 di dollari che le stesse imprese hanno pagato per acquistare prodotti originali in luogo di quelli illegalmente installati”.
Uno spreco infinito quando basterebbe affidarsi al software Open Source, viene da pensare. Certo, anche il software Open non sempre è gratis, ma è spesso molto più economico.

Sul sito BSA è possibile reperire una guida per aiutare le aziende che operano secondo la legge che fornisce anche informazioni e strumenti per la conformità del software.

[Fonte: BSA]

Tags :