La Cina avrebbe un esercito di due milioni di censori di Internet

la censura di internet in Cina

Internet in Cina non è certo un esempio di libertà e il governo cinese fa uno sforzo enorme per tenere tutto sotto controllo. Qualcuno che ha fatto i conti suggerisce che ci siano migliaia di dipendenti del governo impegnati nella sola censura di Weibo, la versione cinese di Twitter. Secondo il quotidiano Pechino News, le persone addette a questa mansione sarebbero, in totale, circa due milioni.

Non tutte queste persone sarebbero addette alla censura vera e propria. I cosiddetti “analisti delle opinioni su internet” passano il tempo a frugare nei social media alla ricerca di contenuti che potrebbero risultare problematici. Poi passano le indicazioni ad un gruppo più ristretto di responsabili che decidono cosa censurare e cosa no. Tutti questi sarebbero alle dipendenze del governo.
Per fare questo lavoro, gli “analisti” sfrutterebbero una specifica applicazione in cui digitare determinate parole chiave utili a scoprire messaggi contenenti pareri negativi.
Se si considera che solo Weibo conta 500 milioni di utenti e 100 milioni di messaggi al giorno, risulta evidente che il numero dei controllori non è poi così sconvolgente: la mole di dati è enorme, ma questo dimostra che si può controllare.

[Fonte: Gizmodo USA]

Nonostante Internet venga considerata la patria della libertà di parola, la censura in tutto il mondo aumenta. Scopri quanto ne sai davvero con il nostro quiz

Tags :