Intel Galileo, la scheda basata su Arduino e pensata per i maker

intel galileo arduino

Annunciato durante il Maker Faire di Roma l'accordo tra Intel Corporation e Ardino LLC sembra essere l'inizio di una partnership che punta ad andare oltre un singolo progetto. Insieme all'accordo, infatti, è stata presentata anche Galileo, la scheda di sviluppo Intel compatibile con Arduino. E ben 1000 università di tutto il mondo, tra cui La Sapienza di Roma, riceveranno in dono 50.000 queste schede entro i prossimi 18 mesi. Quando si dice "investire sui giovani".

“Sappiamo che l’apprendimento interattivo stimola l’interesse verso le scienze, la tecnologia, l’ingegneria e la matematica – ha commentato il CEO di Intel Krzanich -. Sono un ‘maker’ da diversi anni e sono entusiasta delle infinite possibilità offerte dalla tecnologia e di ciò che consente di creare”.
“Siamo entusiasti di collaborare con Intel e di poter contare sulle prestazioni della tecnologia Intel per la prima volta nelle nostre schede di sviluppo – ha aggointo Massimo Banzi, fondatore della community Arduino-. Mi auguro che questa collaborazione possa continuare ad essere proficua per produrre fantastici strumenti di sviluppo che favoriscano innovazioni davvero esaltanti”.

Ma vediamo qualche dettaglio tecnico. La scheda di sviluppo Galileo funziona sotto Linux e con le librerie software Arduino, consentendo così scalabilità e riutilizzo dei software esistenti, chiamati “sketches”. Intel Galileo può essere programmato attraverso OS, Windows e il software operativo host Mac Linux. La scheda è inoltre progettata per essere compatibile con l’hardware e il software dell’ecosistema Arduino shield.
Galileo è inoltre basata sul SoC Intel Quark X1000, il primo componente della famiglia di prodotti small-core e a basso consumo con tecnologia Intel Quark. Progettato in Irlanda, il core di processore alla base del SoC Quark X1000 è una CPU Pentium single-core, single-thread a 32 bit compatibile con ISA (Instruction Set Architecture) che arriva a velocità fino a 400 MHz.

Inoltre, Galileo viene fornita con diverse interfacce di I/O standard di settore, come ACPI, PCI Express, Ethernet a 10/100 Mb, SD, USB 2.0 e porte host USB EHCI/OHCI, UART ad alta velocità, porte seriali RS-232, flash NOR a 8 MB programmabile e porta JTAG per semplificare il debug.
L’idea, insomma, è quella di offrire uno strumento efficace per la creazione rapida di prototipi di semplici progetti interattivi, come display
LED che rispondono ai social media, o per progetti software più complessi, dagli elettrodomestici automatizzati a robot a grandezza naturale controllabili da smartphone.
Intel Galileo sarà disponibile entro la fine di novembre. Maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina dedicata ai maker del sito di Intel o su quella di Galileo.

[Fonte: Intel]

Tags :