E dopo il vino arriva PetChatz, lo smartphone murale per gatti

petchatz

Avevamo già visto nei giorni scorsi il vino per felini. Evidentemente non c'è più fine alle idee eccentriche dedicate agli amanti dei gatti.

I gatti si sa sono ormai le star incontrastate di Internet e forse proprio perché sono così amati sono anche i destinatari gadget sempre nuovi (e sempre più costosi).

Fino ad oggi gli esseri umani hanno usato la tecnologia per rimanere in contatto con tra loro. Ora sembra che la prossima evoluzione (almeno per alcuni) sarà quella di rimanere in contatto con i nostri amici a quattro zampe.

PetChatz è un dispositivo progettato per aiutarvi a rimanere in contatto con il vostro cucciolo preferito, indipendentemente dalla distanza che vi separa. Non si tratta di un semplice dispositivo per la videoconferenza con il vostro felino, no, il dispositivo sfrutta addirittura i sensi raffinati del gusto e dell’olfatto .

Per installare PetChatz basta collegarlo a una presa di corrente che di solito si trova proprio all’altezza degli occhi delle vostre amate bestioline. Il dispositivo si collega poi alla rete WiFi ed è possibile accedervi tramite lo stesso sito web PetChatz o con un tablet o uno smartphone.

L’ apparecchio riprodurrà un suono per avvisare il vostro animale domestico che siete lì e volete comunicare con lui.

Ma non solo. PetChatz è anche corredato un dispositivo-fragranza con diverse essenze, anche personalizzabili, che possono essere diffuse a richiesta.

L’azienda offre, ad esempio, un profumo per calmare il gatto un po’ troppo entusiasta quando ha i suoi quindici minuti di follia, ma è anche possibile creare dei nuovi propri profumi per trovare quelli più vicini ai gusti dei vostri beniamini.

Inoltre PetChatz è dotato di un sensore di movimento e di suono. È così possibile essere avvisati quando il gatto passa vicino al dispositivo o quando si avvicina troppo a una zona a rischio (come il vostro divano).

Il PetChatz è attualmente un prototipo in fase di sviluppo, verrà testato nei prossimi mesi. L’obiettivo è quello di commercializzarlo nella primavera del 2014.

Se proprio non ce la fate a non restare sempre in contatto con il vostro beniamino, sappiate che vi costerà la bellezza di 349 dollari.

Tags :