Qual è il momento migliore per un buon caffé?

caffé

Amanti del caffè, sapete già che potete bere la preziosa bevanda in ogni momento della giornata, a meno che non siate così sensibili da passare poi le notti insonni. Ma c'è un momento migliore per bere un caffé? Gli scienziati hanno studiato la questione.

Chronopharmacology è proprio uno studio sulle interazioni tra i ritmi biologici e l’azione delle droghe (si la caffeina è una droga!). Tutti noi viviamo secondo un ciclo circadiano influenzato da molti “zeitgeber”, quegli stimoli esterni che influenzano il nostro sonno veglia. Tra questi la luce è molto importante.

Il grande regista di questi cicli è l’ipotalamo. Esso controlla molte cose, tra cui, appunto, il ciclo sonno/veglia, l’appetito, l’energia compresa la produzione di cortisolo, il nostro livello di attenzione – un ormone molto importante nella regolazione del ciclo circadiano.

Come ogni droga, la caffeina non deve essere ingerita quando il nostro cortisolo è al suo massimo, il che avviene di regola specificamente tra le 8:00 e le 9:00. In questo modo, la droga perderà gradualmente il suo effetto, perché il nostro corpo sarà abituato. Bisogna anche cercare di evitare la fascia tra le 12 e le 13 e tra le 17.30 e le 18.30, perchè in quella fase il nostro corpo è impegnato nel darci una nuova carica.

Quindi, alla domanda “Qual è il momento migliore per bere il caffè?” La scienza risponde tra le 9:30 e le 11:30 o tra le 14 e le 17, dopo un picco di cortisolo e prima del successivo.

In tempo per godere a pieno e a lungo degli effetti della caffeina.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :