Giphoscope, la macchina che anima (a mano) le vostre GIF

giphoscope

Nel lontano 1894, un inventore di nome Herman Casler iniziò a fare affari realizzando mutoscopi, dispositivi che animavano immagini statiche usando un meccanismo a manovella. Casler non avrebbe mai immaginato che una versione moderna del suo dispositivo sarebbe stata usata 120 anni dopo per animare immagini digitali.

E’ il Giphoscope (un gioco di parole con GIF, se non fosse chiaro) realizzato a mano da due geniali ragazzi italiani: Marco Calabrese and Alessandro Scali di Officina K.
L’adattamento del mutoscopio di Casler ha visto la luce all’inizio di quest’anno ed è diventato realtà grazie al crowdfounding su Kickstarter. L’essenza del Giphoscope (Gifoscopio, se volete) è la stessa del mutoscopio: un anello di alluminio che regge centinaia di immagini statiche che si fanno girare per dare l’animazione con una piccola manovella.Solo che in questo caso, le immagini, in origine, sono GIF.
Ci sono due modi per mettere le mani su questa meraviglia retrotech: potete ordinarne uno già pronto ad Officina K, oppure potete farvene fare uno su commissione inviando loro la GIF che volete vedervi montata sopra al costo di 300 euro, spese di spedizione incluse.

giphoscope

AGGIORNAMENTO: Ci fanno giustamente notare gli autori del progetto, Alessandro e Marco, che non essendo KickStarter disponibile in Italia, il Giphoscope è “KickStarter Free”, ovvero realizzato tutto dai ragazzi di Officina K! Più made in Italy di così…

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :