Huawei, accusata di spionaggio, lascia il mercato Usa

Huawei mostra un telefono con la connessione 4G più veloce al mondo

Huawei, brand cinese emergente nel mercato globale degli smartphone ha deciso di lasciare il mercato statunitense. E non perché gli affari non andassero bene, ma perché rischia di diventare causa di incidenti diplomatici molto seri tra Usa e Cina. L'azienda, infatti, è accusata da anni di essere una sorta di cavallo di Troia dello spionaggio cinese in casa statunitense.

Non spionaggio industriale, è chiaro, ma spionaggio politico-militare. In un’intervista rilasciata ad alcuni giornalisti francesi, Ren Zhengfei, CEO di Huawei ha annunciato il ritiro della sua azienda dal mercato a stelle e strisce.

huawei

“Se Huawei finisce in mezzo alle relazioni tra Usa e Cina – ha dichiarato -, non ne vale la pena. Ecco perché abbiamo deciso di uscire dal mercato statunitense”.
Da anni ormai il parlamento di Washington ha chiesto alle aziende statunitensi di entrare in affari con Huawei, proprio per il sospetto che l’IT fosse solo una copertura. A quanto riporta 9to5Google, la maggior parte dei media statunitensi non hanno riportato la notizia che, invece, sta tenendo banco su quelli cinesi: è un modo per facilitare “l’uscita” o per dare meno risalto possibile al fatto che un’azienda dell’IT si senta costretta a lasciare quello che viene considerato il mercato più libero in assoluto?

[Fonte: 9to5Google]

Tags :