Il diario Game Boy: 100 pagine per dire alla vostra console tutto quello che non avete mai osato

il diario game boy

Vi è mai capitato di prestare, incautamente, per qualche minuto la vostra amata console mobile a qualcuno che volesse provarla e di vederla precipitare rovinosamente a terra qualche istante dopo? Quel rumore sordo che indicava che tutto era finito, vi resterà scolpito in testa.

E forse la prima volta è successo proprio con un Game Boy, compagno di infinite sessioni di gioco adolescenziale terminate amaramente con un tonfo. Finora non c’era luogo adatto per esprimere il turbinio di sensazioni provate in quei momenti.

il diario game boy

Ora, però, l’artista madrilena Maya Pixelskaya ha realizzato questo diario con la copertina rigida che raffigura fedelmente la vecchia console Nintendo. Cento pagine che iniziano e finiscono con il fronte e il retro del Game Boy, con tanto di pulsanti tridimensionali. Solo che, invece di completare linee di Tetris o salvare Zelda, potete usarlo per imprimere nero su bianco le vostre sensazioni legate al gioco e, ovviamente, anche il dolore della separazione dalla vostra console. Una terapia che può rivelarsi davvero utile per superare traumi del genere. Ed è anche economica: appena 20 euro invece di migliaia e migliaia di euro che richiederebbe una vera terapia da un professionista.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :