Google Zeitgeist racconta le parole del 2013

webtax

Dicevano nell'800 che ogni epoca ha il suo Zeitgeist. Il suo spirito del tempo. Adesso è Google a interpretarlo.

Fra le parole “emergenti” più ricercate nel 2013, secondo il Google Zeitgeist 2013, spiccano Beppe Grillo, Papa Francesco, iPhone. Così Google illustra lo “spirito del tempo” che ha caratterizzato la ricerche per parole chiave durante l’anno che sta per chiudersi. Il motore di ricerca di Mountain View ha infatti rilasciato il suo Zeitgeist 2013.

Il parametro preso in evidenza, comunque, non sono semplicemente le parole “più ricercate”, Google ha infatti preferito evidenziare le parole che hanno registrato click da record nell’arco di un determinato periodo: quelle definite da Google “ricerche emergenti”.

I picchi hanno riguardato in particolare “Papa Francesco”, “Beppe Grillo”, già protagonista dello Zeitgeist del 2007 (all’epoca del primo V-Day) e “Movimento 5 Stelle”.
In tema di hi-tech svettano iPhone 5S e iOS 7. A causa della sua morte improvvisa, il nome di Paul Walker, protagonista della serie cinematografica Fast and Furios, è stato molto cliccato.

Molto digitati e popolari sono anche i “perché”: “Perché votare” seguito dal nome di un politico in voga (Grillo, Bersani, Berlusconi e Monti), ma anche “perché no Rodotà” ha raggiunto un suo picco d’audience.

Ma anche l’intrattenimento ha il suo posto. Il Festival di Sanremo risulta tra le dieci parole più cercate sul web. Altre parole chiave che emergono nello “spirito del 2013″ sono: Gesuiti, l’ordine di provenienza di Papa Francesco, alcune espressioni inventate dalla pop star, idolo delle adolescenti di mezzo mondo, Justin Bieber o il twerking di Miley Cirus. Lo Zeitgeist 2013 si divide fra politica, spettacolo e religione, mettendo in risalto i picchi di popolarità che sono emersi nella narrazione dell’anno.

[Fonte: ITespresso.it]

Tags :