Un nuovo metodo non invasivo per prevenire il cancro al seno

cancro

I dati relativi al cancro al seno sono purtroppo molto impressionanti, con più di 200 000 casi segnalati ogni anno. I ricercatori hanno messo a punto un nuovo metodo non invasivo per prevenire questa piaga.

Gli scienziati hanno impiegato anni per imparare a individuare e curare il cancro al seno. La cosa migliore sarebbe ovviamente riuscire a prevenirlo del tutto.

Gli scienziati dell’Istituto Wyss dell’Università di Harvard sono riusciti a mettere a punto una nuova procedura non invasiva (a differenza di chemio, radioterapia o mastectomia).

Gli scienziati sono da tempo consapevoli che alcune donne hanno una predisposizione genetica a sviluppare questo tipo di malattia. Adesso i ricercatori hanno sviluppato un nuovo trattamento volto ad impedire sul nascere questo tipo di malattia studiando i geni che si attivano quando è presente il cancro al seno, e, attraverso un processo di eliminazione, hanno isolato il gene HOXA1.

E’ stato poi necessario sviluppare del tessuto mammario sano in laboratorio e creare una catena di acido ribonucleico chiamato siRNA, in grado di impedire a questo particolare gene di proliferare. La molecola di RNA è chimicamente molto simile al DNA e di solito è sintetizzata a partire da una matrice di DNA di cui esso rappresenta una copia. Iniettandolo nelle cellule tumorali, esse tornano naturalmente ad essere sane.

Durante la sperimentazione sui topi i ricercatori hanno rilevato che tutti i topi portatori di questo gene, una volta iniettati con il siRNA non hanno sviluppato la malattia.

Ovviamente siamo ancora ben lontani dall’applicazione del metodo sugli esseri umani. Tuttavia, si tratta di un grande passo nella lotta contro il male del secolo.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :