Alcune imprese private vogliono sfruttare la Luna

luna

La NASA ha iniziato a lavorare con aziende private per consentire loro di esplorare la Luna. Perché? Allo scopo di portare alla luce risorse preziose, come elio o metalli che sulla Terra costituiscono materiali rari.

L’iniziativa fa parte di un nuovo programma, il Lunar Cargo Transportation and Landing by Soft Touchdown (CATALYST).

Si tratta quindi di un concorso in cui una o più società private vinceranno un contratto che concede loro la possibilità di costruire robot-esploratori.

E’ in sostanza il primo passo verso lo sfruttamento minerario della Luna.

L’accettazione delle candidature chiuderà il 17 marzo 2014. La NASA non ha specificato quando annuncerà il vincitore.

A causa dei particolari accordi vigenti nello spazio, non è possibile scambiare i fondi, che in pratica significa che il governo non può finanziare direttamente la missione. Al contrario, i fortunati vincitori riceveranno un sostegno da parte della NASA.

Il problema è che i fondi dell’ente non sono infiniti, e quindi l’idea di continuare l’esplorazione, e la conquista dello spazio, attraverso fondi privati ​​appare sempre di più come una buona alternativa.

Naturalmente, secondo il trattato delle Nazioni Unite del 1967, i paesi possono avanzare pretese riguardanti lo sfruttamento della Luna. Tuttavia, tutto questo fermento, unito all’emergere delle imprese spaziali private, non ha fatto altro che rilanciare il dibattito sui diritti di proprietà lunare…

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :