La NASA lavora su dispositivi di rigenerazione cellulare

nasa

La tecnologia avanza a passi da gigante. Quello che sembrava ieri pura fantascienza oggi è semplicemente scienza. La NASA nutre grandi speranze sulla rigenerazione cellulare. Ad esempio, adesso sta lavorando su dispositivi che un giorno potrebbe dare la possibilità di ricostruire ossa e muscoli.

In collaborazione con Grok Technologies, la NASA lavorerà per sviluppare dei prodotti rivoluzionari basati su tecnologie mediche non invasive allo scopo medicina di rigenerare il tessuto osseo e muscolare.

Secondo il fondatore e CEO di Grok Technologies: “Questa non è più fantascienza. Tutto indica che le scienze della vita del XXI secolo si evolveranno drasticamente nei prossimi decenni e Grok lavora per gettare le basi di questa nuova stagione scientifica”.

La NASA trarrebbe un grande beneficio da queste tecnologie, in particolare si potrebbero aiutare molto gli astronauti impegnati in missioni di lunga durata.

Grok sta attivamente lavorando su due progetti. “BioReplicates”, una tecnologia che crea modelli di tessuti umani in 3D, perfetto per effettuare test.

Con questi tessuti, la NASA potrebbe studiare l’impatto di diverse sostanze sui tessuti umani in modo più preciso, sicuro ed economico.

Il secondo, “Scionic” sembra ancora più pazzo. L’idea è di progettare un dispositivo in grado di intervenire sul dolore e l’infiammazione dei muscoli e dello scheletro, tutto in modo non invasivo e senza alcun prodotto farmaceutico.

Purtroppo siamo ancora ben lontani da un possibile prototipo. In ogni caso, le due società stanno lavorando attivamente. Pazienza, pazienza!

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :