E se la caffeina si potesse sostituire con delle scosse elettriche?

caffeina

E' un fatto ben noto: la caffeina permette di restare concentrati più a lungo e aiuta ad aumentare la produttività. Sfortunatamente questa sostanza non è esente da effetti collaterali sgradevoli e a volte pericolosi. Per questo motivo l'esercito americano lavora a un metodo per sostituirla con la stimolazione elettrica cerebrale.

Infondere della corrente elettrica di bassa entità in certe specifiche zone del cervello. L’idea potrebbe sembrare un po’ truculenta, eppure è provato che questa procedura avrebbe lo stesso effetto della caffeina. I ricercatori della base aerea di Wright Patterson sono arrivati a questa conclusione dopo avere lavorato con diversi gruppi di volontari nella sperimentazione.

Questi impulsi elettrici non comportano quasi nessun rischio per il soggetto – ovviamente se utilizzati ad un’intensità e per un tempo ben precisi – e permettono di evitare quei tremori e quel nervosismo tipici dell’assunzione della caffeina. Il soggetto sottoposto a questo trattamento ha quindi la possibilità di svolgere con profitto compiti anche molto complessi.

Gli effetti a medio lungo termine di un metodo del genere sono ancora sconosciuti e il trattamento resta relativamente impreciso, ma non manca di suscitare notevole interesse. Il DARPA (l’Agenzia per i progetti di ricerca avanzata della difesa americana) se ne sta interessando perché darebbe ai soldati la possibilità di apprendere più velocemente e assimilare informazioni complesse a tempo di record.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :