Le buche nelle strade? Perché non mangiarci gli spaghetti?

usi alternativi per le buche nelle strade

Andate per strada, in qualsiasi città, e provate a chiedere alle persone qual è l'emergenza cittadina: vi risponderanno che sono le buche per strada. E se invece di un essere un problema diventassero uno spunto per istallazioni artistiche?

E’ quello che hanno pensato un fotografo e una food stylist di origine italiana che vivono tra New York e Montreal, Davide Luciano e Claudia Ficca. I due, che oltre ad essere una coppia di professionisti lo sono anche nella vita, dopo avere speso 800 dollari in pneumatici distrutti da buche nelle strade, hanno viaggiato tra Montreal, NYC, Toronto e Los Angeles per trasformare “il brutto in bello”.

Hanno cercato le buche più grosse e note e hanno trovato degli usi alternativi per ognuna di esse: una insalatiera per gli spaghetti, un cestello per tenere in freddo lo champagne, un tino per pestare l’uva e farne mosto, una friggitrice per cuocere le ciambelle e così di seguito. E sebbene nessuno di noi (o forse solo qualcuno…) si sognerebbe di mangiare gli spaghetti da una buca nell’asfalto, definire geniale l’idea dei due è davvero poco. Non ci credete? Guardate le foto qui di seguito.

usi alternativi per le buche nelle strade

usi alternativi per le buche nelle strade

usi alternativi per le buche nelle strade

usi alternativi per le buche nelle strade

usi alternativi per le buche nelle strade

Per vedere altre foto del progetto, andate sul sito di Davide Luciano.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :