Steve Jobs e la sua ossessione per il computer perfetto

steve jobs

Al giorno d'oggi le grandi compagnie dell'IT possono essere inserite in 2 categorie: quella che diversificano continuamente i loro prodotti (come Microsoft, Google , Samsung , ecc) e quelle che si concentrano su un singolo prodotto - come WhatsApp per esempio - che cercano di rendere sempre migliore. Steve Jobs e Apple possono essere inseriti in quest'ultima categoria: quella di un'ossessione che consuma!

Nel 1977 , Steve Jobs aveva appena creato la sua Apple e con essa si dedicava ad un unico pensiero fisso: creare un computer che chiunque potesse usare a casa senza essere un geek. Pur di raggiungere questo obiettivo era disposto a ignorare tutto il resto, comprese eventuali invitanti opportunità, per rimanere concentrati sull’obiettivo finale.

Forbes ha una storia molto interessante a questo proposito. Nel 1977, George Diamond, un cardiologo di Los Angeles, aveva acquistato un Apple II e aveva scritto un programma per individuare una malattia coronarica. Colpito dall’efficienza della macchina, ha incontrato qualche tempo dopo Steve Jobs gli ha raccontato il suo desiderio di Apple di creare un programma simile a quello utilizzato da tutti i medici ma che funzionasse su un Apple II Risposta di Jobs? ” Non posso essere distratto . “

“Deve capire . [ … ] Non posso essere distratto . Cerco di progettare la macchina migliore, la migliore del mondo . [ … ] Non mi importa quello che che ci fai poi. Voglio solo fare il meglio possibile. Quello che fai è davvero meraviglioso, ma per me è solo una distrazione.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :