La stampa 3D aiuta a ricostruire il volto di un uomo

3d

La stampa 3D acquisisce ogni giorno sempre nuovi campi di applicazione: adesso permette di ricostruire anche il volto umano.

Stephen Power ha sperimentato personalmente i benefici della nuova tecnologia. Dopo un grave incidente la stampa 3d ha contribuito a ricostruirgli parte del viso.

La storia è accaduta in Galles, all’ospedale di Morriston. Stephen Power viene ricoverato nel 2012 in seguito ad un grave incidente di moto. Nonostante il casco, riporta gravi fratture a zigomi, mascella naso e cranio.

Dopo molti mesi di coma e molte operazioni ricostruttive i medici non potevano più fare molto per ricostruire completamete uno zigomo e un’orbita oculare. Insomma non si riusciva a rimediare a un evidente asimmetria del viso.

Un’équipe di chirurghi ha deciso quindi di venirgli in aiuto con il contributo della tecnologia della stampa 3D, facendo di lui il primo uomo a essersi avvalso di questa tecnologia per la ricostruzione del volto.

Questa operazione è stata possibile grazie al lavoro congiunto dei chirurghi con l’università di Cardiff e il National Centre for Product Design and Development Research che hanno unito le loro competenze per creare un impianto di titanio che si adattasse perfettamente al loro paziente proprio grazie alla stampa 3D. Quest’ultimo ha dovuto subire un’operazione della durata di 8 ore.

Ma alla fine gli zigomi e l’orbita sono stati ricostruiti. I risultati non sono assolutamente perfetti da un punto di vista medico ma lasciano ben sperare per il futuro della stampa 3D in medicina.

3d

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :