Il primo telefono portatile venduto a 4000 dollari 30 anni fa

telefono portatile

Il telefono portatile oggi è un oggetto per tutte le tasche. Niente a che fare con il primo esemplare venduto il 13 Marzo 1984! Si tratta del modello nella foto qui sotto, un Motorola DynaTAC 8000X. Il prezzo? La bellezza di 4000 dollari.

Il telefono portatile è uno degli oggetti tecnologici che ha avuto la gestazione più lunga. A partire da quel dicembre 1947 con la proposta di Douglas H. Ring, un ricercatore della AT&T. A metà degli anni ’60 Joel Engel et Richard Frenkiel, ingegneri della AT&T, perfezionano la tecnologia e permettono di non perdere più il segnale tra un cambio e l’altro di antenna. Nasce l'”handover”.

AT&T ha subito tentato quindi di imporre un suo monopolio con la FCC. Fortunatamente, anche Motorola si è lanciata nella corsa e ha convinto la commissione americana della gravità dei problemi che un monopolio avrebbe creato. Dopo il 3 Dicembre 1972 e fino al 3 Aprile 1973, il team di Motorola è stato impegnato nella progettazione dei primi telefoni portatili: ne sono seguiti due modelli DynaTAC.

Bisognerà poi aspettare 10 anni perchè la FCC emetta i primi provvedimenti di regolamentazione delle telecomunicazioni, il timing è stato perfetto per Motorola che, nel frattempo, aveva realizzato il suo 8000X.

telefono portatile

All’inizio del 1983, vengono installati primi ripetitori attorno a Chicago e a Washington. L’adozione della nuova tecnologia ebbe un andamento molto lento nel primo anno. Ovviamente a un costo di quasi 4000 dollari il motivo è abbastanza comprensibile.

Ma, nonostante le notevoli dimensioni di quel motello pioneristico – 33×4,45×8,9 cm per 800 grammi – gli ordini piano piano sono cominciati ad aumentare e… beh il resto della storia lo conoscete!

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :