E se gli scienziati resuscitaresso i Mammut?

mammut

Quando si parla di clonare i dinosauri, da più parti fioccano le perplessità. Forse, per questo un gruppo di scienziati provenienti dalla Siberia ha deciso di concentrarsi sui mammut.

mammut

Per la precisione si tratta del Mammut Lanoso, scomparso circa 4000 anni fa. Negli ultimi anni la comunità scientifica ha molto fantasticato sulla possibilità di riportare in vita i mammut attraverso la clonazione a partire dalle cellulle estratte da qualche ritrovamento preistorico.

Adesso tutto questo sarebbe, almeno in teoria, tecnicamente possibile. E’ infatti stata rinvenuta la carcassa di un Mammout icredibilmente ben conservata. Congelato nello strato di permafrost dell’isola di Maloyakhovskiy, in Siberia. Gli scienziati stimano che l’animale abbia un’età di circa 4300 anni e che avesse tra i 50 e i 60 anni al momento della morte.

Accuratamente scongelato dopo circa dieci mesi dal ritrovamento – come potete immaginare si tratta di un’operazione tutt’altro che semplice – gli esperti hanno potuto estrarre dei campioni di sangue e di tessuti.

Per procedere con la clonazione i ricercatori ipotizzano di servirsi di una femmina di elefante nella quale impiantare l’embrione di mammut, (procedimento che comunque non darebbe luogo a un esemplare identico ai mammut originari, ma ad un inevitabile ibrido).

Ovviamente gli scienziati non dimenticano l’etica e non hanno intenzione di mettersi a giocare a fare Dio senza una buona ragione. Radik Khayrullin, dell’Associazione Russa dei Medici Antropologi, ha dichiarato al Siberian Times:

Bisognerebbe avere un buon motivo per farlo. Una cosa è effettuare una clonazione a fini scientifici e un’altra clonare per semplice curiosità

.

Che ne pensate? Vi piacerebbe rivedere i Mammut sulla Terra? Oppure siete d’accordo con l’approccio cauto degli scienziati siberiani?

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :