Dal Messico un sistema per violare i bancomat tramite SMS

I bancomat sono violabili via SMS

Sembra che in questo momento, i dispositivi più facilmente violabili siano gli sportelli bancomat. Il problema è aggravato dal fatto che la maggior parte di questi monta ancora Windows XP che, oltre ad essere un sistema operativo obsoleto e ormai senza segreti, non sarà più supportato da Microsoft entro breve. Gli analisti di Symantec, il produttore di antivirus, riferiscono una nuova tecnica in arrivo dal Messico che usa i messaggi di testo per permettere l'accesso ai bancomat. Avete capito bene, gli SMS.

la videochat con il bancomat

Il metodo non è di immediato funzionamento, se può essere una buona notizia. Il primo passo prevede l’installazione sull’ATM di un tipo noto di malware chiamato Ploutus. Questo implica che il ladro di dati entri materialmente dentro il bancomat e usi un CD o una chiavetta USB. Fino a poco tempo fa sarebbe stata necessaria una tastiera, ma adesso basta collegare un telefono alla macchina via USB e mandare un messaggio al telefono stesso. Il telefono trasforma il testo in un pacchetto di rete che comanda all’ATM di sputare fuori le banconote.

In sostanza, il telefono permette a chi lo vuole di eseguire attacchi multipli senza dover entrare fisicamente nell’ATM ogni volta. Certo, c’è bisogno di qualcuno che ogni volta prelevi materialmente il denaro che il bancomat espelle.
Come sottolinea Symantec, questo sistema è reso più semplice dal fatto che il 95 per cento dei bancomat girano con Windows XP e questo permetter ai malintenzionati di sfruttare meglio la situazione e di sviluppare altri malware e tecniche per violarli. Aggiornare il sistema operativo degli ATM potrebbe essere utile per creare qualche ostacolo in più a chi intende violarli, ma di certo non rende le cose impossibili.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :