HTC One M8: in vendita da aprile il nuovo top di gamma di HTC. Tutte le specifiche

il nuovo htc one

Dopo tanto parlare, ecco finalmente il nuovo HTC One che raccoglie l'eredita del precedente One e lo rende migliore nel tentativo di bissare l'indiscutibile qualità del primo.
Il nuovo HTC One è più grande con uno schermo da 5 pollici da 1080p contro i 4.7 del predecessore, e un guscio unibody di metallo spazzolato. Lo schermo va da bordo a bordo e il telefono si può avere in tre colorazioni: grigio metallo, oro e argento.

La versione grigia, che vedete nelle foto di questo post, conferisce al telefono un aspetto da dispositivo di alta gamma e nonostante le dimensioni dello schermo, la sottigliezza del device fa in modo che non appaia troppo grande.
Di solito, un telefono completamente rivestito in metallo non è proprio l’ideale per una buona ricezione, ma HTC sostiene che l’One è stato progettato con diverse antenne all’interno in modo che il design non vada a discapito della potenza del segnale. Una cosa da verificare, come si dice, sul campo.

il nuovo htc one

La fotocamera
Dopo il design, la seconda cosa che salta agli occhi è la fotocamera notevolmente migliorata. Adesso si chiama HTC Duo ed ha abbandonato lo stabilizzatore ottico di immagine della precedente versione in favore di uno automatico basato su software. Ovvero, è in grado di rendere le vostre foto meno mosse senza abbassarne la qualità, sempre che davvero funzioni come dichiara l’azienda.
Dal unto di vista della risoluzione, siamo sempre sui 4MP sul retro, mentre la fotocamera anteriore è da 5MP: selfie di alta qualità per tutti! Ma non fatevi trarre in inganno da queste specifiche non troppo high level della fotocamera posteriore: le HTC Ultrapixel sono progettate per catturare più luce, il che sopperisce alla mancanza di megapixel.
HTC ha anche realizzato un’interfaccia software per la fotocamera che risulta più semplice, più pulita e più pratica. Pulsanti piatti per girare video o scattare foto o per accedere alle impostazioni, si trovano sugli angoli dello schermo. Basta toccare una volta per scattare una foto o tenere premuto per attivare la registrazione video. Potete anche rimettere a fuoco un’immagine dopo averla scattata toccando diverse aree della foto. Altri dispositivi Android offrono questa possibilità, ma HTC pare abbia reso tutto più facile.

il nuovo htc one

Il software
Come previsto, Android 4.4 KitKat è abbinato a Sense 6.0, una versione così semplice e pulita dell’UI che al confronto l’aggressivoTouchWiz di Samsung sembra una zona di guerra. Sense 6.0 è tanto pulito quanto TouchWiz è confuso, e si avvicina talmente tanto alla versione pura di Android che sembra quasi di non averlo. La parte del leone la fa Blinkfeed, il resto non si nota quasi.
Gestire tutto questo è reso più facile da una nuova serie di gesture che si chiamano Motion Launch. Per esempio “bussando” due volte, si attiva il telefono, funzione promessa ma non fedelmente mantenuta dai nuovi LG. Oltre a questo, quando il telefono è attivo, potete eseguire uno swipe verso sinistra per accedere alla home, verso destra per andare a Blinkfeed, dall’alto in basso per tornare all’ultima app lanciata, verso il basso per fare una chiamata oppure potete inclinare il telefono di lato e premere il pulsante del volume per attivare la fotocamera. Sono quel tipo di migliorie che sono splendide, ma che si rivelano un incubo se non funzionano come ci si aspetta.

il nuovo htc one

Le specifiche
Anche la batteria è stata migliorata, passando a 2.600 mAh. A qualcuno potrenne non sembrare una cifra spaventosa, ma HTC sostiene che l’One ha una serie di funzioni per il risparmio energetico che permetteranno una buona durata della ricarica. Con le impostazioni normali, si dovrebbe arrivare ad un giorno intero con una sola ricarica, ma attivando il risparmio energetico al 10% si può allungare questo tempo in standby, potendo ancora fare e ricevere chiamate, controllare le email manualmente e mandare messaggi di testo.

il nuovo htc one

A parte questo, il dispositivo ha un chip migliore: il Qualcomm Snapdragon 801 quad core abbinato a 16 o 32GB di storage, 2GB di RAM e lo slot per microSD per l’ampliamento della memoria. Naturalmente abbiamo l’NFC, il Bluetooth 4.0, la compatibilità con DLNA e il supporto per i telecomandi a infrarossi.
Sarà disponibile da aprile nei negozi, ma è già in prevendita su Amazon a 729 euro. HTC One si conferma un telefono di alta qualità, sia per le funzioni che per le specifiche, degno successore del precedente top di gamma dell’azienda taiwanese. Ma come sempre, per confermare questo giudizio, aspettiamo le prove nella vita reale.

il nuovo htc one

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :