Il Galaxy S5 e il Gear diventano monitor per bebè

il Galaxy S5 e il Gear diventano monitor per bebè

Il nuovo telefono di punta di Samsung, il Galaxy S5, ha una funzione molto interessante che non ha avuto molta eco. Lo smartphone, infatti, si può trasformare in baby monitor (quei dispositivi che i genitori ansiosi usano per tenere sott'occhio i propri figli quando dormono), ammesso che abbiate un Galaxy Gear da abbinare al telefono, s'intende.

Samsung galaxy S5 al MWC 2014

La settimana scorsa, alcuni blogger hanno scoperto il “baby crying detector” nascosto nel menù di accessibilità del Galaxy S5. A quanto pare, la funzione utilizza il microfono del telefono per intercettare il pianto del bambino e mandare una vibrazione al Galaxy Gear abbinato. Il menù specifica che l’opzione funziona meglio se il telefono è ad un metro dal bebè e idealmente in una stanza senza rumori di sottofondo.
Se ci sono i muratori nel palazzo di fronte, insomma, lasciate perdere.

A parte questo, quello che lascia perplessi è che di solito lo smartphone si porta sempre con sé e non si lascia in una stanza per ore mentre si va dall’altra parte della casa. Come i genitori sanno, la nanna del bebè è uno dei rari momenti di pace: quando altro potreste aggiornare il vostro status su Facebook, mandare messaggi a chiunque su WhatsApp, controllare la posta, giocare a Candy Crush Saga etc etc?

Tags :