Twitter cambia faccia, in direzione Facebook

il nuovo layout di Twitter

Avete presente il cambiamento che Twitter prepara dall'inizio dell'anno? Bene, ci siamo, è arrivato ed ha funzioni di cui non si era mai parlato.
Il cambiamento è evidente e piuttosto radicale, a meno che non siate anche utenti di Facebook. Il nuovo layout dà la stessa immagine del profilo con lo stesso sfondo stile banner per l'immagine di copertina.
La cosa che forse è più interessante riguarda la gestione del feed di tweet.

Quando il nuovo layout arriverà sul vostro profilo, potrete scegliere i vostri tweet preferiti dalla valanga di messaggi che scorrono sulla timeline e “spillarli” in cima al vostro profilo, in modo che chi visita la vostra pagina può avere un’idea di chi siete e cosa vi piace più immediatamente.

C’è anche una procedura automatica: i vostri “tweet migliori”, ovvero quelli che hanno ricevuti più interazioni, appariranno più grandi nella timeline. Ecco come appaiono i tweet di maggior successo in un esempio del profilo di Weezer:

il nuovo layout di Twitter

Infine, potete decidere che tipo di tweet volete che vengano mostrati quando guardate un profilo: tweet, tweet con foto o video o tweet e reply.
Il filtro foto/video sembra essere davvero utile e potrebbe farvi risparmiare un sacco di tempo.
Nonostante tutte le novità introdotte, il nuovo profilo rimane comunque molto pulito e mentre “spillare” i vostri tweet preferiti in alto potrebbe apparire un po’ confusionario, è sempre bello avere un’idea affidabile dei profili che si visitano, invece di dovere scorrere decine di tweet inutili.

Twitter va sempre più nella direzione di Facebook, come dimostrano anche i tag aggiunti alle foto di recente, solo per fare un esempio. Il rischio è che perda di vista la ragione per cuiha il successo che ha, ovvero proprio quello che lo distingue da Facebook.
La priorità di Twitter è attrarre nuovi utenti più che tenersi quelli vecchi. E per ottenere questo scopo, un look più simile a Facebook può risultare più attraente e rassicurante.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :