Voglia di insalata intergalattica? Ecco i semi dallo spazio

insalata

Voilà! Finalmente è primavera! E'tempo per un po' di sano giardinaggio. Se avete il pollice verde, questi semi venuti dallo spazio vi permetteranno di gustare prossimamente un'insalata intergalattica.

insalata

I semi intergalattici renderanno sicuramente più interessante la vostra insalata. Certo 27 dollari per un po’ di semi di basilico è una cifra un filo esagerata… ma sono pur sempre dei semi che sono stati nello spazio. Un’esperienza che, se voleste provare di persona, vi costerebbe svariate centinaia di migliaia di dollari. In fondo lo potete considerare un buon compromesso.

Del resto i semi sono tra i primi organismi ad essere stati inviati nello spazio a partire dal 1946. Nel 1983 l’amministratore delegato di una società chiamata Park Seed ha sentito parlare di un nuovo programma della Nasa chiamato “Get Away Special”. Il programma permette a civili e imprese di inviare dei piccoli pacchi nello spazio, che sia per ragioni scientifiche o per semplice curiosità.

In quello stesso anno Park ha inviato 25 chili di semi nello spazio a bordo del Challenger della NASA.

L’anno seguente l’azienda ha inviato 25 milioni di semi di pomodoro nello spazio, questa volta nel quadro di un programma della NASA che voleva studiarne gli effetti a lungo termine sugli organismi viventi.

In seguito, circa 132.000 kit sperimentali sono stati inviati a 64.000 insegnanti in più di 40.000 scuole coinvolgendo 3 milioni di studenti sia negli Stati Uniti che all’estero.

Quanto ai semi di cui vi parliamo oggi, sono stati a bordo della navetta spaziale Discovery nel corso di una missione datata 2006 che ha portato un milione di semi di basilico – varietà “cannella” – in orbita esponendoli all’ambiente spaziale prima del loro ritorno sulla terra ferma.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :