Ecco le porzioni di mare che non sono di nessuno: le “terre” dei pirati

la mappa del mare di nessuno, a uso e consumo dei pirati

la mappa del mare di nessuno, a uso e consumo dei pirati
Donut Holes in International Waters è una mappa interattiva che mostra quali paesi hanno sovranità sugli oceani. E mostra come gli stati si sono spartiti la torta delle acque con leggi di valore internazionale e, soprattutto, quali porzioni di oceani sono rimaste escluse da questa spartizione.

La maggior parte di voi sanno più o meno che forma hanno i confini dei vari stati, ma quasi nessuno (se non gli addetti ai lavori) conosce come sono disegnati in mare. La formalizzazione di questi confini, per altro, è abbastanza recente e risale al 1982. Uno stato può reclamare sovranità nel tratto di mare che si estende per 200 miglia marine dalla propria costa.

Ma la cosa più interessante che la mappa mostra è che ci sono porzioni di mare sulle quali nessuno stato ha sovranità perché non rientrano nelle 200 miglia di nessun paese. E state sicuri che i pirati conoscono queste aree meglio di chiunque altro, nonostante le bizzarre forme che hanno.
Qui potete vedere la mappa completa in grande.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :