Il BASIC compie 50 anni

basic

Se i nostri computer oggi sono quello che sono è anche grazie al BASIC, uno dei primi dei linguaggi di programmazione, che adesso festeggia 50 anni.

Cinquanta anni fa l’utilizzo dei calcolatori elettronici era riservato ad un ristretto nomero di addetti ai lavori. Per farli funzionare, infatti, bisognava conoscere un linguaggio di programmazione come il Fortran.

John George Kemeny e Thomas Eugene Kurtz, matematici e professori di informatica presso il « Dartmouth College » speravano che «ogni studente del campus potesse avere accesso ad un computer e che ciascun membro della facoltà potesse essere in grado di utilizzarlo in classe».

Risultato: il 1° maggio 1964, alle 4 del mattino Kemeny e Kurtz concludono la messa a punto del primo programma in BASIC (« Beginner’s All-purpose Symbolic Instruction Code »). Addio al complicato gergo informatico, era arrivato il momento di dare il benvenuto a comandi intuitivi come « HELLO », « GOODBYE », « PRINT », « IF/THEN », « END ». Qualche tempo dopo il linguaggio fu reso pubblico e gratuito. Le derivazioni non tardarono ad arrivare. La versione originale, per distinguersi, fu denominata Dartmouth BASIC. Il seguito lo conoscete. Che BASIC sia stata una causa o una conseguenza, è ormai un dato di fatto che a partire quel giorno l’universo informatico si sia largamente espanso e numerosi linguaggi si siano sviluppati diversificati.

basic

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :