Il paese abitato dalle bambole, nascosto nel cuore del Giappone

Il paese delle bambole nascosto in mezzo al giappone

Come spesso accade ai centri abitati che rimangono isolati per via della collocazione geografica, il villaggio giapponese di Nagoro, si è lentamente svuotato con il passare degli anni. I giovani, senza prospettive per il futuro, preferiscono spostarsi in centri più grandi e con più opportunità, e la mancanza perfino di negozi rende molto difficile anche il ritorno di chi è emigrato anni fa.

L’artista Ayano Tsukim, undici anni fa, ha deciso di tornare al suo villaggio e notando che si stava sempre più svuotando ha deciso di “ripopolarlo” a modo suo. Come? Sostituendo gli abitanti emigrati con bambole che i rappresentano. Al momento sono circa 350 le bambole sparse per tutta Nagoro che sostituiscono le persone che negli ultimi decenni sono morte o hanno cambiato città.

Il paese delle bambole nascosto in mezzo al giappone

Il progetto dell’artista è diventato oggetto di un documentario intitolato “La valle delle bambole”. E non ci stupisce apprendere che, documentario a parte, ognuno di noi può visitare Nagoro e l’opera di Ayano Tsukim grazie a Street View di Google Maps. Molte sono, infatti, le bambole posizionate lungo i bordi delle strade o comunque un luoghi all’aria aperte e quindi immortalate dalle fotocamere di Google.
Intanto, ecco qualche foto e il video di “The valley of Dolls”.

Il paese delle bambole nascosto in mezzo al giappone

paese_bambole3

paese_bambole4

paese_bambole5

[Fonte: The Verge]

Tags :