Buon compleanno, Cubo di Rubik! E ora, risolvete il Doodle

anniversario del cubo di rubik

Ok,ora schiodatevi dal Doodle di oggi. Come sarebbe a dire che non l'avete ancora visto? Oggi Google festeggia il quarantesimo anniversario del Cubo di Rubik e per celebrare al meglio l'evento ha creato un Doodle che non solo vi porta ai soliti risultati tematici e che non solo potete condividere con i vostri amici ovunque abbiate i loro contatti, ma col quale potete anche perdere tutto il tempo che volete nel tentativo di risolverlo, come quando eravate ragazzini, o come ogni tanto continuate a fare anche adesso.

Chi segue questo blog sa che il fascino del popolarissimo gioco tridimensionale non è mai tramontato. Ancora oggi si battono record e se ne studiano versioni sempre più complesse. In molti, inoltre, si sono cimentati nella realizzazione di robot in grado di risolvere il Cubo di Rubik ed esistono anche installazioni artistiche fatta a base di cubi colorati.

rubik

Quello che forse non tutti sanno è che Ernő Rubik, l’artista e professore di architettura ungherese da cui il cubo prende il suo nome, non inventò il gioco a scopo ludico. Il primo impiego, infatti, era didattico: il cubo di Rubik serviva a spiegare ali studenti universitari gli oggetti tridimensionali e il modo in cui si rapportano con lo spazio. Poi, divenne un gioco e fi brevettato nel 1975 diventando uno dei giochi più popolari e venduti al mondo. E ora, buon divertimento. Del resto è lunedì: chi ha voglia di mettersi a lavorare sul serio? 😉

Tags :