Google Plus Storie: così il social network di Google racconterà i vostri viaggi

google+ storie

Ok, dite la verità: quante volte, al ritorno da una vacanza, avete giurato a voi stessi che avreste sistemato tutte quelle foto scattate per farle vedere ad amici e parenti e invece le avete lasciate nella scheda SD per mesi e mesi?
Google+ Storie, la nuova funzione in distribuzione da oggi, vuole venirvi incontro proprio in questo.

In sostanza, prende tutte le foto che avete caricato su Google Plus e le ordina cronologicamente in un album. Estrae automaticamente i dati del geotagging, individua i paesaggi e altre caratteristiche delle foto per creare diverse serie di slide dentro Storie. A quel punto la funzione sceglierà le immagini migliori, riuscendo ad escludere quelle sfocate e i duplicati, aggiunge i nomi delle città e dei posti che avete visitato, mostra i ristoranti, gli hotel, gli aeroporti in cui vi siete imbattuti nella vostra vacanza e aggiunge anche le mappe del vostro viaggio.

google+ storie

E’ vero, Google+ non è il social network più usato, ma in tema di fotografie ha sempre avuto una marcia in più, specialmente se siete utenti Android. Non dovete fare altro che premere un pulsante una sola volta in assolto per vedere le vostre immagini caricarsi automaticamente su Google Plus Storie da cui poi potete decidere con chi condividerle.

Google ha fatto sapere che, al ritorno da un viaggio, riceverete una notifica entro 24 ore se Storie ha già preparato il vostro album fotografico. Naturalmente potete ancora fare qualche aggiustamento alle foto, aggiungerne altre, scrivere le didascalie e condividerle con chi volete, anche con chi non è su G+, tramite link privati o pubblici. Di default, Google Plus Storie è privato (per fortuna!). Storie comincerà ad arrivare oggi sul web e sui dispositivi Android. Quelli iOS dovranno aspettare ancora un po’.

Tags :