I raggi X per guardare dentro alle mummie

mummie

Le nuove tecniche di diagnostica per immagini sono ormai diventate le migliore amiche degli archelogi che si occupano di mummie.

Ormai i raggi X permettono agli sicenziati di spogliare integralmente le mummie egizie. Il metodo è così efficace che si può vedere tranquillamente all’interno dei sarcofagi.

Insoma, ormai si possono “sbucciare” le mummie strato per strato come le cipolle! Come? Grazie alla tomodensitometria e al Bristish Museum fornisce queste immagini ad alta definizione. Lo scopo è quello di mostrare cosa si nasconde sotto alle bende delle mummie egiziane e sudanesi.

Un esempio? Prendete questa immagine qui sopra. Secondo gli scienziati si tratta della mummia di una ragazzina, probabilmente di circa 7 anni, con i capelli di media lunghezza e un viso ben conservato. I capelli di media lunghezza suggeriscono che fosse probabilmente candidata al matrimonio.

Questa immagine fa parte di una nuova mostra del British Museum di Londra che si terrà fino a novembre 2014. Se non potete recarvi direttamente sul posto il Museo vi regala una sacco di risorse online.

Potete anche vedere la foto di Tamut, la figlia di un sacerdote vissuta in Egitto intorno al 900 a.C.

E’ nota per avere una profonda ascesso nella mascella e le arterie piene di grassi. In altre parole, non era molto sana… Tuttavia, i suoi amuleti indicano che deteneva uno status elevato nella società.

mummie

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :