Le 5 migliori alternative gratis a Photoshop

Le 5 alternative a Photoshop completamente gratuite

Photoshop è diventato talmente dominante che ormai il nome del software viene utilizzato come nome comune e addirittura come verbo. Ma se si vuole usare l'originale, e lo si vuole fare legalmente, bisogna acquistarlo a cifre differenti a seconda della versione. Là fuori, però, c'è un mondo pieno di alternative valide e completamente gratuite. Ecco una selezione delle migliori.

Adobe Photoshop Express

La versione più semplice di Photoshop, per restare in casa Adobe, è gratuita. Si può usare Photoshop Express da browser o scaricare l’app per Android, iOS o Windows Phone. L’app permette di ritagliare, ruotare, ridimensionare le immagini, regolare le variabili principali come la luminosità e il contrasto e rimuovere gli occhi rossi. C’è anche una utile funzione Touchup che permette di correggere piccole imperfezioni.

Le 5 alternative a Photoshop completamente gratuite

Sono presenti anche altre funzioni base di Photoshop, come Scherma, Brucia e Luci, anche se non consentono la stessa precisione di controllo della versione a pagamento. Un piccolo, ma utile, set di effetti si possono applicare alle immagini anche da Express (come Cristallizza, Pixel, Distorci etc).
Certo non consente lo stesso controllo “pixel per pixel” dell’originale, ma vale la pena provarlo.

GIMP

GIMP (Gnu Image Manipulation Program) è l’alternativa di default a Photoshop per chiunque cerchi qualcosa che sia allo stesso livello del software di Adobe in un programma desktop gratuito. Non ha la stessa varietà di strumenti, ma fornisce una valida gamma di funzioni. Prenderci la mano non richiede molto tempo, ma sarete felici di avere investito un po’ di tempo nel farlo una volta che avrete preso dimestichezza.

Le 5 alternative a Photoshop completamente gratuite

Con GIMP si possono svolgere molti dei compiti di alto livello che i professionisti cercano quando usano Photoshop, come i filtri avanzati, la possibilità di unire più immagini etc. Esistono versioni per Windows OS X e Linux ed è possibile trovare moltisismi tutorial e risorse online per scoprirne tutte le funzioni.
La storia dello sviluppo di GIMP è ormai ventennale e più vi ci dedicate, più ne scoprirete le possibilità.

Pixlr

Un’altra alternativa è Pixlr che somiglia molto a Photoshop ma è gratis e gira online da ovunque: potete caricare un’immagine dal vostro computer o puntare direttamente ad una url ovunque sul web.
Con funzioni come Scherma, Brucia e Clona, oltre che numerosi strumenti di selezione, il set di tool a disposizione risulta abbastanza ricco e simile a Photoshop. Sono supportati anche i livelli e se volete aprire il menu dei filtri, troverete moltisismi tipi di effetti con cui sbizzarrirsi.

Le 5 alternative a Photoshop completamente gratuite

Dagli strumenti avanzati per la scelta dei colori, alle tante opzioni di regolazioni delle immagini, Pixlr offre molto e il fatto che potete giocare con molte opzioni è un’attrattiva anche per gli utenti avanzati. Non è solo uno dei migliori editor online di immagini, ma è anche una delle migliori applicazioni web-based.

Paint.NET

Paint.NET nasce originariamente come una versione più ricca di funzioni del più noto Paint, ma si è evoluto nel tempo diventando uno dei software preferiti dagli utenti Windows. E’ meno potente, ma più semplice da usare rispetto a GIMP ed ha un’interfaccia più familiare.
Avete il controllo totale dell’interfaccia e si possono trascinare le finestre e in base alle preferenze. Per le sue capacità.

Le 5 alternative a Photoshop completamente gratuite

Paint.NET esegue tutti i compiti base e qualcosa di più: supporta i livelli ed ha una buona gamma di filtri, mentre i plugin sviluppati dalla comunità estendono ulteriormente le capacità del software ad esempio aggiungendo il supporto per altri tipi di file.
E’ certamente una delle alternative a Photoshop più friendly da usare e anche se manca di alcune delle funzioni professionali, ci sono molti utenti che preferiscono una toolbox più semplice e una lista di opzioni meno complessa tra cui scegliere.

PicMonkey

PicMonkey ha aiutato a colmare parte del vuoto lasciato da Picnik dopo l’acquisizione di Google nel 2010 e l’inserimento in G+. Gli ingegneri di Picnik Justin Huff e Brian Terry se ne sono andati ed hanno creato PicMonkey che include alcune delle funzioni del software originario.
L’app online riesce a gestire il difficile equilibrio tra un’interfaccia intuitiva e un avanzato set di funzioni. L’un inizio è semplice, con pulsante “edit a photo” che si trova sul sito web, ma una volta che siete entrati vi troverete davanti ad una gamma di strumenti da usare. Si possono aggiungere forme, testi e texture e ci sono anche alcuni effetti in stile Instagram con cui divertirsi un po’.

Le 5 alternative a Photoshop completamente gratuite

Non è così adatto alle cose che solitamente si fanno con Photoshop, come mettere la testa d Han Solo sul corpo di Chewbacca, ma è più che adeguato per modifiche veloci e per giocare con qualche effetto qua e là. Naturalmente, dato che funziona da browser, potete accedervi da ovunque. Si può anche fare un upgrade a pagamento per avere qualche funzione in più ed eliminare la pubblicità.

Tags :