Sony prepara un sensore di immagini curvo come l’occhio umano

il nuovo sensore di immagini curvo di Sony

I dispositivi curvi sono uno degli argomenti più caldi del momento, dai TV alla tecnologia indossabile, passando per gli smartphone. Ma un sensore di immagini curvo va oltre ad una questione di moda perché migliora la qualità delle immagini, permettendo ad una fotocamera di catturare più luce, sia che si parli della fotocamera di un telefono o di una DSLR.

Al Simposio sulla Tecnologia VLSI che si è tenuto la scorsa settimana alle Hawaii, Sony ha mostrato la prima immagine della tecnologia a cui sta lavorando da anni.
I dettagli tecnici sono scarsi, ma l’azienda sostiene che il sensore CMOS ha la stessa curvatura dell’occhio umano.

il nuovo sensore di immagini curvo di Sony

La forma permette ai raggi di luce che arrivano attraverso l’obiettivo, di colpire il sensore direttamente, invece che in un angolo, cosa che causa la distorsione dell’immagine. Se avete mai notato qualche sfocatura sui bordi delle vostre foto, questa è dovuta all’angolo con cui i raggi di luce colpiscono il sensore. Una superfice curva elimina il problema e, inoltre, permette una maggiore apertura degli obiettivi che, a sua volta, permette l’ingresso di più luce.
La tecnologia è ancora giovane e in fase di sviluppo e Sony ha potuto realizzare finora solo 100 sensori di questo genere, ma qualcuno sostiene già che non manca molto al giorno in cui potremo trovarne nelle fotocamere in commercio.
Esistono due versioni del sensore curvo, una di 43mm e una di 11mm, più adatta ai dispositivi mobili.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :