I cloni di Flappy Birds? Portatori (insani) di malware

Flappy Bird torna negli store

Da quando Flappy Birds è sparito dagli app store, per volontà esplicita del suo sviluppatore, i cloni di uno dei giochi più addictive mai visti hanno prolificato incontrastati. Il punto è che, insieme ai 300 giochi clone, hanno dilagato anche una serie di malware. Secondo l'ultimo Threat Report di McAfee, dei 300 giochi in questione 238 contengono malware.

Secondo il report, la cosa che succede più spesso per opera di questi malware è che cominciano a fare telefonate senza l’autorizzazione dell’utente, mandano e ricevono messaggi di testo, estraggono dati dei contatti e tracciano la posizione del dispositivo. Non vi basta?

il robot che gioca a flappy bird

In alcune circostanze, i malware sono così efficienti che permettono ai malintenzionati di acquisire permessi di root sui dispositivi, con tutto quello che ne può conseguire.
Il report spiega che la maggior parte dei messaggi e delle chiamate sono dirette a quelle che l’azienda definisce “aziende shell”, da cui è possibile prelevare credito senza che l’utente se ne renda conto. La localizzazione permette di selezionare gli utenti da colpire in base ai CAP.

Sebbene i più a rischio siano i dispositivi Android, Brian Kenyon, tecnico di McAfee, sostiene che anche gli iDevice sottoposti a jailbreak sono bersagli facili. Se non avete resistito alla dipendenza da Flappy Birds ed avete scaricato dei giochi clone, quelle che vi abbiamo appena illustrato sono buone ragioni per rimuoverli. Subito.

[Fonte: BGR]

Tags :