“No, ho detto”: così si correggono gli errori di Google Now

"No, ho detto": così si correggono gli errori di Google Now

"No, ho detto": così si correggono gli errori di Google Now
Google Now è una bella cosa, ma non è perfetto. A volte non capisce bene quello che gli si chiede. E quando succede, bisognava ripetere l'intero comando. Ma non più. Adesso, basta dire: "No, ho detto..."

Secondo quanto riporta 9to5Google, se avete chiesto a Google le stazioni di servizio più vicine ma vi ha risposto con l’elenco delle stazioni dei treni, basterà correggere il comando dicendo: “Ok, Google: no, ho detto stazioni di servizio” e Google Now correggerà la ricerca e il risultato, presumibilmente perché riesce ad individuare quale parola è, con ogni probabilità, quella sbagliata.
Sarebbe stato meglio fare in modo che anche “No, ho detto” diventasse un comando, senza dovere ripetere “Ok, Google”, ma è un compromesso accettabile e comunque fa apparire il vostro telefono un po’ meno robotico e un po’ più personale. Non ci vorrà molto prima di potere instaurare vere e proprie conversazioni con il vostro HAL personale.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :