Questo non è lo spazio, e neanche in organo interno: è frutta

Questo non è lo spazio, e neanche in organo interno: è frutta

Ajay Malghan realizza installazioni giocando con il cibo e scattando foto alle sue creazioni. Prende un pezzo di carota, kiwi o qualsiasi altra frutta, lo taglia sottilmente, lo preme tra due lastre di vetro ed esegue esperimenti con la luce, i colori e le proporzioni.

Il risultato lo potete vedere in queste foto astratte.
Un breve documentario chiamato “The Space Within” (lo spazio in mezzo), spiega il processo creativo di queste opere:

Il progetto si chiama Naturally Modified ed ecco alcune delle foto che ne fanno parte. E se siete in grado di riconoscere il frutto utilizzato, scrivetelo nei commenti.

Questo non è lo spazio, e neanche in organo interno: è frutta

cibo_luce2

cibo_luce3

Questo non è lo spazio, e neanche in organo interno: è frutta

cibo_luce5

Questo non è lo spazio, e neanche in organo interno: è frutta

cibo_luce7

Tags :