Apple tiene i dati dei suoi utenti cinesi in Cina, a portata di governo

apple

Apple ha iniziato a conservare i dati personali dei suoi utenti cinesi in server che si trovano proprio in Cina. A rivelarlo ieri è stata l'agenzia di stampa Reuters. E' la prima volta che un'aziende dell'high tech conserva questo tipo di informazioni in Cina e questo aumenta le preoccupazioni che i dati possano essere visionati dalle autorità.

Apple cerca di dipingere la cosa come una buona notizia per gli utenti di iCloud perché questo aumenterebbe la velocità e l’affidabilità del servizio stesso. Più vicini sono gli utenti ai server su cui sono i loro dati, più questi potranno accedervi velocemente.
I dati sono conservati da China Telecom, un’azienda controllata dallo stato. Funzionari di Apple hanno dichiarato al Wall Street Journal che i dati sono criptati e che l’azienda non potrà vederli.

apple icloud

Apple ha diffuso un comunicato stampa. “Apple ha molto a cuore la privacy e la sicurezza degli utenti. Abbiamo aggiunto China Telecom alla nostra lista dei provider di data center per migliorare la banda e le performance per i nostri clienti in Cina” si legge nella nota di Cupertino.

E’ sufficiente? Non per Jeremy Goldkorn, dirigente di Danwei.com, un’azienda che monitora internet in Cina.
“Se vogliono far credere che i dati siano protetti e sicuri, sono in malafede perché se vogliono fare affari qui, devono assecondare le richieste del governo – ha dichiarato Goldkorn alla Reuters -. D’altro canto, se non conservano dati su un server cinese, rischiano misure repressive da parte delle autorità”.

Sarà interessante vedere se altre aziende, come Google, che non usa data center cinesi per questioni di privacy, seguiranno l’esempio di Apple nei prossimi mesi.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :