Apple Watch: tutto quello che c’è da sapere

apple watch

Ed ecco forse il momento più atteso: l'iWatch, o meglio l'Apple Watch perché è così che si chiama lo smartwatch di Apple, in acciaio inossidabile e vetro zaffiro (ecco dov'era finito!). C'è u n tasto sul lato che sembra essere il principale strumento di navigazione, insieme al touch. Si potrà scegliere tra una vasta gamma di cinturini e colori.
Sul display le app compaiono in piccoli cerchietti, ma non è chiaro se si tratta dell'interfaccia vera e propria o se mostra semplicemente cosa c'è a disposizione.

La rotellina sul lato ha un LED e fotodiodi che trasmettono i movimenti rotatori in dati digitali. Questo permette di navigare sul dispositivo, eseguire zoom sulle mappe e scroll nelle liste. Se si preme la corona si torna alla schermata home.
L’Apple Watch è fatto per essere indossato tutto il giorno il che fa ben sperare in termini di durata della batteria. Le app, invece, sono pensate per essere leggere, quindi non ci saranno le app complete come siamo abituati a conoscerle. Un tocco sul pulsante sotto la corona permetterà di visualizzare gli amici che potete contattare.

apple watch

Il display percepisce sia il tocco che la forza. Piccoli elettrodi attorno al display individuano la differenza tra un tocco e la pressione e restituisce un feedback tattile. C’è anche un altoparlante “per creare un’atmosfera migliore”.
Ma vediamo qualche specifica: ha un chip S1 che “rimpicciolisce un intero sistema dentro un solo chip”. Quattro sensori sul retro, compresi due infrarossi e uno che intercetta il battito cardiaco. C’è anche un giroscopio per tenere traccia delle attività. Ed è confermta anche la ricarica wireless ed utilizza um sistema tipo MagSafe per connettere il caricabatterie al retro della cassa.
Lo schermosembra molto performanre, graficamente, nonostante le dimensioni e il cinturino è fatto per resistere al sudore e agli agenti chimici. Cisono diversi cinturini, in pelle, in acciaio e in materiale plastico.

apple watch

Ci sono due versioni di Apple Watch, uno più piccoloe uno più grande, ma ci sono anche tre versioni: Apple Watch, Apple Watch Sport (che ha una cassa in una lega il 60 per cento più resistente pur mantenendo leggerezza e durabilità)e l’Apple Watch Edition (in oro 18k). Insostanza, il dispositivo è estremamente personalizzabile.
Nella demo, è stato mostrato che toccando lo schermo si lancia un’app, dopo aver aperto la schermata con tutte le app premendo la corona laterale, mentre la schermata principale è personalizzabile e si può scegliere tra diverse immagini, sfumature di colori e altri particolari come le fasi lunari e diverse altre informazioni che si vogliono sempre in primo piano. Le notifiche sono molto discrete: basterà sollevare il polso per vederle comparire.
E non mancano neanche le emoji, perfino animate.

Inevitabile l’integrazione con Siri: chiedete al vostro Apple Watch che film sono in programmazione e mostrerà le sale vicino a voi, anche se non sembra che possa rispondere a voce. Sull’orologio potrete anche accedere alle foto conservate su iCloud.
Ma uno schermo così piccolo che usabilità garantisce per app come le mappe? La rotellina laterale può correre in aiuto: girandola, infatti si eseguono zoom per vedere meglio i dettagli.
Arriva una notifica di Facebook? Potete vederla come una normale notifica da aprire o ignorare. Ma c’è anche qualcosa chiamato WatchKit che mostra tutte le opzioni possibili per una notifica.

applewatch1

E come si conviene, ormai, ad ogni smartwatch, ecco anche le applicazioni dedicate al fitness. Fitness App monitora le attività fisiche e il movimento, mentre WorkOut permette di selezionare obiettivi specifici. Un cerchio chiamato Stand mostrerà da quanto tempo non fate movimento, mentre un altro dirà da quanto tempo, invece, lo fate e si completerà ogni 30 minuti.
Inutile sottolineare che l’iWatch richiede l’iPhone perché funzionano in abbinamento. Con lo smartwatch, oltre ai nuovi nati, saranno compatibili anche l’iPhone 5, il 5c e il 5s. Il prezzo base è di 350 dollari e sarà disponibile dall’inizio dell’anno prossimo (niente di più preciso in merito). Anche con l’Apple Watch si potrà utilizzare il sistema di pagamento Apple Pay.

Tags :