Dal Giappone 5 miliardi di dollari per promuovere il Maglev

maglev

Non c'è un settore in crescita tanto quanto il trasporto ad alta velocità. Per quanto riguarda il trasporto su Terra, il treno Maglev macina chilometri ad una velocità folle. I giapponesi hanno fatto una dimostrazione delle sue prestazioni ormai qualche anno fa e adesso sperano di promuovere la loro tecnologia a livello internazionale. Perché non partecipare al progetto del primo treno americano della categoria?

maglev

Il progetto circola ormai da qualche anno: una linea ultra rapida che colleghi Washington a Baltimora, 56 km percorsi in soli 15 piccoli minuti dal treno Maglev giapponese. E per assicurarsi una visibilità mondiale e una eventuale adozione della tecnologia, il Paese del Sol Levante non lesina sui mezzi. E’ pronto a contribuire con una somma di 5 miliardi di dollari alla costruzione e offrirà anche il costo di utilizzo della tecnologia propriamente detta.

Anche se il progetto è molto allettante non è detto che vada in porto. Per realizzare un’opera così importante è necessaria una grossa domanda e dei grossi fondi – probabilmente di più dei 10 miliardi di dollari finora stimati – e poiché gli investimento dovrebbero essere in gran parte pubblici, bisogna ottenere il favore di una vasta fetta di potenziali utenti. In caso contrario il Maglev americano potrebbe non vedere mai la luce.

Inoltre questa linea specifica si inscriverebbe in un progetto ancora più vasto: il Super Maglev, la cui velocità massima può raggiungere anche i 500 km/h, potrebbe evolversi nel “Corridoio Nordest”, una linea dedicata che colleghi New-York a Baltimore passando per Filadelfia. Un sogno avveniristico che dipende interamente dal settore pubblico, e quindi dalla politica, e da qualche potenziale investitore.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :