Vi siete mai chiesti com’era il primo sottomarino della storia?

sottomarino

E' spesso durante un periodo di guerra che le più grandi scoperte tecnologiche vengono realizzate. La Seconda Guerra Mondiale è stata molto prolifica da questo punto di vista. I sottomarini, per esempio, hanno subito un grande impulso durante quel periodo. I tedeschi, in particolare, hanno inventato uno dei primi sottomarini anaerobici con turbina Waleter.

Questo sistema di propulsione permette di funzionare a lungo senza utilizzare aria esterna – e dunque senza dovere risalire in superficie, per esempio. Un tesoro, quindi, in caso di guerra.

Pertanto questa tecnologia risale a ormai più di 70 anni fa. E’ l’ingegnere nautico catalano Narcis Monturiol i Estarriol of Catalonia che ha immaginato per per primo il “vero” sottomarino. L’Ictineo II.

Costruito in legno d’olivo, raggiungeva i 14 metri di lunghezza per 1,80 metri di larghezza e 3 metri di altezza.

Il suo sistema di propulsione era decisamente impressionante. In uno spazio così contenuto, un sistema di combustione tradizione avrebbe inesorabilmente consumato tutto l’ossigeno disponibile. Narcis Monturiol ha messo a punto una soluzione utilizzando dello zinco del diossido di manganese e del clorato di potassio per creare una fonte chimichi di caloe che permette di far bollire dell’acqua.

Il sottomarino veniva così alimentato dal vapore creato. Ciliegina sulla torta, questo meccanismo crea sufficiente ossigeno per due membri di un eventuale equipaggio.

Tra il 1865 e il1867, l’Ictineo II effettuò numerose immersioni ma sfortunatamente, il suo inventore non trovò mai i fondi necessari per la sua messa in produzione. Morì quindi povero e totalmente dimenticato. Bisognerà attendere 70 anni perché la sua intuizione venga riconosciuta.

sottomarino

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :