Adieu au langage, un vero film in 3D firmato Jean Luc Godard

godard

Tra i mostri sacri del cinema figurano di certo molto francesi. In particolare Jean-Luc Godard è tra i grandi maestri riconosciuti della settima arte.

Da tutti considerato un vero pioniere. Adesso a quanto pare ha deciso di divertirsi con il 3D e il risultato è "Adieu au langage".

L’uso del 3D rende il tutto molto realistico. Ha richiesto grande profondità di campo e numerosi piani in ogni scena e una frequenza maggiore di quella standard per dare allo spettatore l’illusione di muoversi in un mondo reale.

Il 2D, a sua volta non è stato tralasciato. Si ritrova mescolato alle riprese in 3D e fornisce questi stranianti flashback in bianco e nero.
Il 2D aiuta anche a identificare un barlume di trama narrativa.

Godard si mette a giocare col nostro sguardo, separando l’immagine in due per seguire due scene differenti.

Insomma « Adieu au langage » è abbastanza sconcertante, per il vostro spirito e anche per i vostri occhi.

Ma alla fine quando le due parti si riuniscono si trova un po di sollievo.

Insomma la creatività dell’avanguardia applicata al 3D. Da vedere!

godard

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :