La lotta contro il cancro grazie al crowdfunding e all’Open Source

cancro

La ricerca sul cancro non si arresta. In un periodo marcato dall'approccio collaborativo il progresso medico potrebbe molto beneficiare di strumenti come il crowdfunding e l’Open Source.

I modelli relativi al crowdfunding e al crowdsourcing possano anche applicarsi al settore scientifico. Il Projet Marylin, promosso dal dottore in chimica e biofisica Isaac Yonemoto ne è un’ulteriore dimostrazione. L’obiettivo di questo progetto è favorire lo sviluppo di un nuovo trattamento contro il cancro grazie all’apertura dei processi di ricerca e a un sistema di finanziamento partecipato.

L’obiettivo del progetto Marylin è, prima di tutto, la raccolta fondi per finanziare la ricerca e lo sviluppo di un nuovo trattamento contro il cancro denominato 9DS. Dei 50 000 dollari richiesti, per il momento, ne sono stati raccolti 15.000.

Tutti possono partecipare con donazioni a partire da 1 dollaro. Sono accettati anche contributi in Bitcoin. Al di là del finanziamento partecipativo, le ricerche del Dottor Isaac Yonemoto hanno anche un approccio “aperto”. L’insieme dei dati relativi alle ricerche effettuate nell’ambito di questa iniziativa saranno pubblicati allo scopo di motivare l’investimento in altri laboratori.

Che sia un modello efficiente?

La ricerca medica Open Source aveva già avuto dei precedenti. Il dottore e ricercatore Jay Bradner si è fatto conoscere pubblicato i risultati dei suoi lavori sulle molecole che dovrebbero inibire lo sviluppo di cellule tumorali invitanto altri laboratori a lavorare con lui per fare evolvere il protocollo.

[Fonte: Gizmodo.fr]

Tags :