Google Drive for education: la scuola diventa cloud

google drive for education

Chi non conosce Drive, il servizio cloud di Google? Secondo l'azienda sono 190 milioni gli utenti che lo usano regolarmente per lavoro e per utilizzi personali. E anche per la scuola. Google fa sapere che 30 milioni di studenti e insegnanti usano Google Apps for Education e per loro Drive sta diventando uno strumento quotidiano, una sorta di zaino cloud in cui tenere libri, appunti e materiali di ogni genere senza doverseli caricare sulle spalle.

google drive for education

Drive for Education sarà disponibile per tutti i clienti Google Apps for Education senza costi aggiuntivi e comprenderà:

– Archiviazione illimitata: non bisognerà più preoccuparsi di quanto spazio rimane né di quale utente necessita di più gigabyte. Drive for Education supporta file singoli di dimensioni fino a 5TB e sarà disponibile nelle prossime settimane.

– Vault: Google Apps Vault, la nostra soluzione per la ricerca e il reperimento di dati per rispondere requisiti di conformità, diventerà gratuito per tutti gli utenti Apps for Education entro la fine di quest’anno.

– Servizi di monitoraggio potenziati: sono in arrivo nuovi strumenti di reporting e di auditing e una API dedicata che permetteranno di monitorare facilmente l’attività di ciascun file.

Tutte queste nuove funzioni saranno accompagnate dallo stesso livello di sicurezza che protegge tutti gli utenti Drive. Ciascun file caricato su Google Drive viene criptato, non solo dal dispositivo dell’utente verso Google e nel transito tra i vari data center Google, ma anche in tutti gli altri server Google. Google sottolinea anche che i dati che gli istituti scolastici e gli studenti caricheranno sui nostri sistemi saranno da considerarsi di loro proprietà. Classroom, recentemente messo a disposizione degli utenti Google Apps for Education, permette di organizzare automaticamente nelle cartelle di Drive tutti i compiti e i progetti salvati in Classroom. E Google Apps for Education rimarrà gratuito per gli istituti scolastici pubblici, senza l’inserimento di alcun messaggio pubblicitario.

“Vogliamo che gli insegnanti e gli studenti che utilizzano Google Apps for Education possano concentrarsi esclusivamente sull’esperienza di apprendimento – non sulla tecnologia che la supporta” dichiara l’azienda in una nota.

[Fonte: Google]

Tags :