Aggiornamenti ad iOS 8 fermi al palo: Apple sperimenta la frammentazione

ios 8 frammentazione

Uno dei punti di forza di Apple nella perenne guerra contro Android è sempre stato il tasso di aggiornamento alle nuove versioni del suo iOS rispetto al sistema operativo di Google.
Come risulta dalle misurazioni dal sistema di Apple, meno della metà dei loro utenti sono già passati ad iOS 8, quasi tre settimane dopo il lancio.

E anche se potrebbe non sembrare un buon risultato, va considerato che neanche un quarto degli utenti Android è passato all’ultima versione dell’OS, KitKat che pure è ormai vecchio di mesi. Rispetto alle precedenti versioni di iOS, però, il tasso di aggiornamenti a iOS 8 è minore.

ios 8 frammentazione

Alla stessa distanza dal lancio, lo scorso anno, iOS 7 aveva già raggiunto il 70% degli upgrade. Il dato peggiore è che dopo un iniziale entusiasmo degli utenti per il nuovo sistema operativo,non ci sono quai più stati aggiornamenti: la percentuale era al 46% il 21 settembre e al 47% ieri.

Anche se le cause reali di questo stop sono difficili da individuare con precisione, possiamo comunque azzardare qualche ipotesi: iOS 8 ha bisogno di quasi 6GB di spazio vuoto sul dispositivo per essere installato, cosa che per alcuni significa rinunciare a foto e musica memorizzate sul telefono. Poi c’è stata la questione del bug di iOS 8.0.1 che ha bloccato le telefonate su iPhone 6, risolta con il rilascio della versione 8.0.2 e bisogna aggiungere un certo numero di app per il nuovo sistema operativo che sono piene di bug e che scoraggiano gli utenti.

Un calo di fiducia sul software e la conseguente frammentazione è quello di cui Apple ha meno bisogno al momento. La vita per gli sviluppatori è già abbastanza difficile, ore che ci sono schermi di quattro dimensioni diverse a cui le app per iPhone si devono adattare. Voi avete fatto l’upgrade? Come vi siete trovati?

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :