Il Nexus 6 è arrivato: tutto quello che c’è da sapere

Nexus 6

Il tanto atteso e chiacchierato Nexus 6, il phablet da 6 pollici (5.9, per essere precisi) è arrivato. Come i dispositivi della stessa famoglia che l'hanno preceduto, sarà il primo con il nuovo sistema operativo, Lollipop Android e rappresenta la versione più pura di come dovrebbe essere un telefono Android.

Come avevano già suggerito rumor e leak, il Nexus 6 è sostanzialmente un grosso Moto X, il telefono che Motorola ha rilasciato la scorsa estate, con specifiche migliori.
Ha uno schermo 2K da 5.96 pollici (diciamo 6, che è lo stesso), un processore Snapdragon 805, 3GB di RAM e 32GB di storage interno (ma ce n’è anche una versione da 64GB). Il dispositivo pesa circa 180 grammi ed è spesso 10mm, cosa che lo rende uno dei phablet più sottili in commercio. Il Nexus 6 rientra nella famiglia dei device che si ricaricano wireless ed è alimentato da una batteria da 3.220 mAh supportata dal Turbo Charger di Motorola che consente un’autonomia di 6 ore dopo appena 15 minuti di ricarica.

Nexus 6

A parte le dimensioni, il Nexus 6 ha molti elementi di design del Moto X. Google mantiene gli stessi doppi altoparlanti, lo chassis in alluminio e il flash ad anello sul retro. La fotocamera è da 13 megapixel (da 2 quella frontale), come sul telefono di Motorola, ma con stabilizzatore ottico di immagini per avere foto migliori in caso di scarsa luminosità e in HDR+. La stessa specifica presente sia su Galaxy Note 4, iPhone 6 Plus, il che significa che è diventato imprescindibile, per i dispositivi di quel rango.

Per quanto riguarda Lollipop, sarà disponibile su Nexus 6 e sul nuovo tablet Nexus 9 di HTC, presentato insieme al phablet e al Nexus Player, in collaborazione con Asus. Il Nexus Player è uno “streaming media player per film, musica e video” secondo quanto riferisce Mountain View. Lollipop arriverà anche su Nexus 5, 7 e 10 e sui dispositivi disponibili in Google Play Edition entro poche settimane.

La decisione di Google di fare team con Motorola è motivata, in parte, proprio dalla separazione tra le due aziende. Quando Google ha venduto Motorola a Lenovo all’inizio dell’anno, questo ha permesso a Google di lavorare con Motorola a nuovi dispositivi evitando favoritismi rispetto agli altri produttori di hardware. E’ chiaro, dal sito di Nexus, che Google è convinta che il Nexus 5 rimarrà il punto di riferimento della famiglia di dispositivi per chi preferisce un device più piccolo e ad un costo inferiore, mentre il Nexus 7 di Asus è destinato a scomparire: del resto, che bisogno c’è di un 7 pollici quando è appena uscito un phablet da 6?

Motorola ha fatto sapere che il phablet arriverà in due colori: Midnight Blue e Cloud White. Si potrà prenotare (negli States) dal 29 ottobre a 650 dollari per la versione da 32GB e 700 per quella da 64, ma le spedizioni inizieranno a Novembre.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :