La rivoluzione di Android si chiama Lollipop: tutte le novità

android lollipop presentato

Ieri sera, insieme ai nuovi dispositivi, Google ha annunciato anche la nuova versione di Android, Lollipop, e come sapevamo già si rivela molto bello. C'è molto di più nell'aggiornamento ad un sistema operativo che non un semplice restyling alla grafica con il Material design.

Google descrive Lollipop come “la più grande e ambiziosa release di Android”. L’azienda punta sulla flessibilità e dice che vuole che Lollipop eccella su più piattaforme. Mentre la release di Android arriva contemporaneamente ai tre nuovi dispositivi (Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player), il nuovo sistema operativo è pensato per funzionare su tutti i dispositivi entry level perché sono sufficienti 512MB di memoria. E’ una strategia già iniziata con KitKat e continua puntando sulla possibilità che le funzioni del Material Design possano andare bene anche su dispositivi di gamma bassa. Questo permetterà ai mercati cinesi e indiani di non perdersi il meglio del nuovo OS e anche di ridurre la frammentazione, tallone di Achille di Android.

android_lollipop1

Più sicuro
Il sistema operativo è figlio dell’era post-Snowden, dato che arriva con la criptazione di default. Ha anche la possibilità di swithare tra più profili personali sullo stesso telefono. E’ una cosa che piacerà ai genitori che vogliono fare usare il telefono ai figli senza che questo significhi rendere accessibili i propri messaggi o le chiamate e le chat. Si può anche scegliere uno schermata specifica in modo che l’altro utente possa accedere solo a quella e non ad altro. Infine, un nuovo Smart Lock permette di sbloccare il telefono tramite smartwatch, l’auto o anche con l’espressione del volto.

android lollipop

Più fluido
L’idea di un facile e veloce passaggio da un profilo all’altro, funziona su dispositivi diversi. Lollipop è progettato per permettere di spostarsi da un device Android all’altro senza soluzione di continuità. Queste funzioni saranno sfruttabili su Nexus Player, la prima TV Android ufficiale. Questo significa che potete guardare un film su Nexus Player, passare poi al tablet e terminarlo su Nesus 6. Più o meno come Handoff per Yosemite.

android_lollipop3

Più flessibile
Parlando di flessibilità, Android Lollipop non delude quando si passa alla possibilità di personalizzare le nuove funzioni come le notifichesulla schermata di blocco. Sebbene queste notifiche siano disponibili già da anni su iOS, Android sta espandendo le sue capacità di widget sulla schermata di blocco alle notifiche ocn un notevole livello di controllo. Potete scegliere quali app e quali persone debbano generare notifiche di questo tipo, perché magari non volete che la vostra cena sia interrotta dai colleghi di lavoro o da gente fastidiosa, ma volete sapere se vi cercano gli amici o la mamma. Questo livello di flessibilità è chiamata modalità “Priority” e può essere attivata usando i pulsanti del volume del dispositivo.
Per il resto, le notifiche saranno elencate sulla schermata di blocco a seconda del tipo di comunicazione e di chi la manda. I giocatori saranno felici di sapere che le chiamate in entrata non interromperanno il gioco incorso. Una notifica apparirà in alto sullo schermo e potrete decidere cosa fare. Insomma, con Lollipop potete far fare al vostro telefono quello che volete.

android lollipop

Più bello
Detto questo, il Material design e le interazioni 3D sono una bella aggiunta all’ecosistema Android. Il nuovo standard semplifica e omogeinizza l’interfaccia di Android, ma introduce un approccio innovativo su come il design dovrebbe funzionare sui diversi dispositivi. Il Material Design opera su più livelli con animazioni, ombre ed efetti che mimano il comportamento del materiale vero. Questo tipo di tridimensionalità punta a far diventare Android usabile allo stesso modo che si tratti di un tablet o di uno smartwatch.

Tags :