Il drone fatto di funghi (quasi) completamente biodegradabile

il drone fatto di funghi

A prima vista, potrebbe non sembrare molto diverso da un drone qualsiasi, ma questo non è per forza un male. Il piccolo UAV, infatti, è realizzato in materiale biologico che gli permette di essere biodegradabile e, quindi, di mescolarsi con l'ambiente che lo circonda senza danneggiarlo.

Il drone è pensato per lasciare meno tracce possibili nel caso di uno schianto al suolo. Il guscio principale del velivolo è realizzato in micelio, l’apparato vegetativo dei funghi che viene poi rivestito in cellulosa per renderlo resistente. La maggior parte dei circuiti sono stampati usando un inchiostro a base di nanoparticelle d’argento, il che significa che si può rompere.

L’idea, quindi, è che i droni siano resistenti abbastanza per volare, ma altrettanto biodegradabili da rompersi e decomporsi se cadono in territorio nemico. “Nessuno saprà che c’è stato un aeroplano, lì” ha dichiarato Lynn Rothschild del Ames Research Center della NASA, in California, ovvero colui che ha realizzato il drone.

Per ora, alcune parti devono comunque essere costruite in materiale non biodegradabile, come i rotori, i comandi e la batteria, ma almeno il drone non sarà identificabile in caso di ritrovamento dopo lo schianto.

Tags :Sources :Gizmodo USA